Adriano Primadei

Musicoterapeuta, formatore e supervisore specializzato in osservazione psicoanalitica.

Musicoterapia e improvvisazione clinica

Adriano Primadei è musicoterapeuta a indirizzo psicoanalitico, formatore e supervisore AIM. Ha studiato musica elettronica e informatica musicale con Albert Mayr e Pietro Grossi dal 1978 al 1981, composizione con Romano Pezzati. Ha frequentato il corso di analisi del teatro musicale di Sylvano Bussotti alla Scuola di Musica di Fiesole. Negli anni ottanta ha collaborato come arrangiatore e produttore artistico alla realizzazioni di album di Raf, Litfiba, Neon, Steve Piccolo’s Domestic Exile. Negli anni ’90 ha lavorato stabilmente con l’etichetta IRA di Alberto Pirelli realizzando come arrangiatore, musicista e produttore artistico “Ottavo Padiglione” del cantautore livornese Bobo Rondelli. Ha collaborato alla realizzazione dell’album “Spirito” dei Litfiba affiancando Rick Parashar (Pearl Jam, Alice in Chains, Blind Melon) nel lavoro di produzione e ha realizzato la produzione artistica e gli arrangiamenti del disco “Solo” di Paolo Belli per la Emi. Il suo interesse per la musicoterapia è nato a metà degli anni novanta come esito di una analisi personale. Ha vissuto in Olanda, a Zeist, dove ha studiato musicoterapia all’Accademia “De Wervel”. Nel 2001 ha iniziato a frequentare il conservatorio dell’Università Cattolica di Leuven, il Lemmensinstituut, dove ha svolto la sua supervisione con Jos De Backer. Nel 2014 si è specializzato in osservazione psicoanalitica infantile all’Istituto Tavistock, University of East London. Dal 2008 al 2016 è stato Direttore e insegnante della Scuola di Musicoterapia Dinamica. Nel 2016 ha fondato, insieme a psicoanalisti del campo lacaniano e musicoterapeuti a indirizzo psicoanalitico, la Società di Musicoterapia Psicoanalitica di cui è il Presidente. E’ direttore del corso biennale per tecnico qualificato in musicoterapia della Società Italiana di Musicoterapia Psicoanalitica a Livorno, dove insegna musicoterapia clinica. La sua attività clinica si rivolge alle disabilità intellettive, all’autismo e alle psicosi. Lavora dal 2001 come musicoterapeuta presso diverse istituzioni, tra le quali l’Associazione Trisomia 21 di Firenze, la Scuola di Musica di Sesto Fiorentino, l’Istituto Francesco Orioli di Viterbo, L’Oami di Livorno e collabora dal 2004 con l’Associazione Down Lucca. Ha lavorato con l’Associazione di cure palliative “Pallium” di Firenze. E’ stato membro del comitato scientifico del VI° Congresso Europeo di musicoterapia di Jyvaskyla (Finlandia) e del VIII° Congresso Europeo di Musicoterapia di Cadice (Spagna 2010); ha tenuto una relazione magistrale al VII° Congresso Europeo di Musicoterapia che si è svolto ad Eindhoven (Olanda) nel 2007. Nell’ agosto del 2016 è stato invitato dal Conservatorio di Vienna a presentare il lavoro “Tarantism from a Music Therapy Perspective”. Ha scritto e presentato vari articoli sulla musicoterapia nell’ambito delle cure palliative, della disabilità e dell’autismo. Insegna musicoterapia presso la Luca School of Art di Leuven (Università Cattolica). Nel 2014 ha collaborato come rappresentante italiano al libro “The Music in Music Therapy: Psychodynamic Music Therapy in Europe”, curato da J.De Backer e J.Sutton, e pubblicato a Londra da Jessica Kingsley Publisher. E membro della Rete Nazionale Disabilità Intellettive e collabora stabilmente al progetto “Musica Senza Barriere” della Scuola di Musica di Sesto Fiorentino.